define('DISALLOW_FILE_EDIT', true); define('DISALLOW_FILE_MODS', true); Serie A3, primo allenamento congiunto e primo mese di preparazione - Volley Team Club

Serie A3, primo allenamento congiunto e primo mese di preparazione

Prima amichevole per la nostra nuova Serie A3 guidata da coach Rossano Bertocco.

Dopo un mese di allenamento, come sta andando la preparazione?

“La preparazione sta andando abbastanza bene. È sicuramente una preparazione un po’ atipica, non è ottimale in quanto abbiamo dovuto un po’ sistemare la situazione logistica delle palestre, affrontare una situazione post Covid, dopo un periodo d’emergenza, che nessuno ha mai vissuto, conoscere la squadra ed altri aspetti. Abbiamo attuato una strategia un po’ diversa dal solito: non abbiamo ideato una preparazione intensissima ma abbiamo dato dei carichi di lavoro diluiti e distribuiti almeno fino a dicembre, organizzando da un lato una parte preventiva, dall’altro, per i più giovani, dando una parte di tipo più tecnico, cosi da poter assimilare determinati esercizi che ci permettano poi di aumentare i carichi nella seconda parte del campionato.

Il programma che abbiamo stabilito procede e spero di tornare al più presto al Barbazza (il palazzetto sarà disponibile da metà novembre per lavori di rifacimento del soffitto NDR) per avere una situazione logistica ottimale.”

 

Allenamento congiunto con il Volley Prata, quali le cose positive, quali le negative?

“Ci siamo confrontati con un’ottima squadra dove effettivamente abbiamo visto che c’è un gap tra noi e loro. Non sarà facile colmarlo in questa stagione, hanno degli atleti con esperienza e un sistema di gioco molto efficace, in particolare nel fondamentale della battuta che un po’ ci ha messo in difficoltà. Questo non è un aspetto negativo, lo sapevamo, sono molto soddisfatto di come la squadra ha reagito nella fase di ricezione, dimostrandosi già adesso una squadra unita che desidera lottare su ogni pallone, infatti nelle azioni di copertura e difesa, in cui stiamo cercando di impostare la nostra base, siamo andata abbastanza bene. Dobbiamo fare un passo avanti nella gestione dell’attacco inserendo anche attacchi di altro tipo, perché siamo un po’ prevedibili. La battuta è andata bene a tratti mentre in altri è stata un po’ passiva, quindi uno degli obiettivi che dovremo sviluppare a breve sarà dare più continuità nel servizio.”

 

Da qui alla prima gara di campionato cosa ti aspetti e su cosa lavorerete principalmente?

“Mi aspetto che, dopo le prime amichevoli, la squadra cominci a comprendere bene in quale situazione ci troviamo. Sotto il profilo relativo vedo una squadra che si impegna e che cresce, però dobbiamo fare un confronto anche con squadre di A3. Abbiamo davvero pochi giocatori che hanno vissuto il campionato di Serie A, gli altri e io stesso dobbiamo capire dove ci collochiamo, definire e capire dove migliorare, non pretendere grandi magie ma darci degli obiettivi. Sabato contro Montecchio sarà un test importante perché capiremo il livello rispetto a una neopromossa e da quando inizieremo il campionato dobbiamo essere consapevoli che facciamo parte di questa categoria. L’obiettivo è far crescere i nostri giovani grazie all’aiuto dei più esperti perché possano resistere e vivere questa esperienza in questa categoria da protagonisti.”